La Seo vive

Da quando i socials hanno preso il sopravvento nel web ed in particolare Facebook che sta cercando in tutti i modi di inglobare il web, molti seo hanno gridato: la Seo è morta! Eppure (e fortunatamente) lo studio effettuato da Optify recentemente ci dimostra che la Seo non è morta e ancora ha un forte peso essere nella prima pagina di Google.

Infatti, i dati raccolti nel dicembre del 2010 da Optify che ha condotto una ricerca su un campione di 250 siti web e più di 10.000 parole chiave, ha portato alla luce le nuove percentuali di CTR nella prima e seconda pagina di Google US per quanto riguarda i risultati organici, svelando un panorama dove ancora essere in prima pagina ha la sua importanza!

Di seguito alcune osservazioni sui dati sopra riportati:

  1. Per un'azienda è assolutamente importante essere nella prima pagina di Google con le parole chiave che meglio identificano la propria attività.
  2. Il primo risultato della prima pagina ha uno stacco a livello di CTR incredibile, dunque una volta arrivati in prima pagina bisogna assolutamente continuare a lavorare per salire fino al primo risultato, chi infatti si trova in prima posizione potrebbe quasi triplicare le visite del proprio sito web rispetto alla seconda posizione.
  3. In confronto agli ultimi dati (datati smiley) in nostro possesso, hanno leggermente migliorato il proprio CTR la quarta, quinta e sesta posizione.
  4. I dati dimostrano che è più conveniente essere il primo risultato della seconda pagina rispetto all'ultimo della prima pagina (con un + o,4% di CTR).
  5. La fase più delicata e sottovalutata di tutto questo processo è la scelta delle keywords con cui comparire nelle serp di Google: bisogna considerare che le parole chiave devono essere pertinenti e possibilmente una combinazione di 2 o 3 termini, da preferire ad una unica parola, solitamente sono più performanti e convertono meglio le long tails.
Posted in:

Un Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento