Il passaparola non si può fermare

3 Comments
[wpsr_facebook type="send"] [wpsr_linkedin] [wpsr_plusone] [wpsr_retweet]

Mi è capitato qualche tempo fa di parlare con un cliente in merito allo sviluppo del suo nuovo sito e della sua promozione online. Dopo un'attenta analisi  ho proposto oltre al sito istituzionale un blog per dare voce alle novità ed agli studi estremamente innovativi svillupati dall'azienda. Inoltre un piano di social web marketing per poter seguire da vicino i propri clienti e rafforzare la customer care.

La risposta è stata un perentorio no, no al blog, no alla strategia sui social, niente di niente a parte il solito sito vetrina ormai superato e antiquato. Il cliente mi ha spiegato che ancora non si sente pronto ad aprirsi al mondo social e ad avere un dialogo con i propri consumatori.

A parte l'essere totalmente e completamente fuori tempo, col rischio di compromettere seriamente le sorti della propria attività, la cosa più importante (che ho cercato di far capire al cliente senza risultato) è che il passaparola non può essere fermato, ci saranno sempre fortunatamente persone pronte a consigliare o sconsigliare un certo prodotto o servizio a seconda della propria esperienza, ci saranno sempre (e sempre in numero crescente) spazi di condivisione dove poter dare la propria opinione, esprimere un giudizio o fare una lamentela. L'utente sta prendendo conspevolezza del proprio potere come consumatore: ognuno di noi è una voce che può finalmente essere ascoltata.

Dunque se abbiamo un'attività, non possiamo non fare i conti con questa voce sempre più incalzante e scegliere di tirarci indietro, di non dare spazi a queste nuove voci, di non ascoltare ed imparare da queste voci, altrimenti saremo destinati ad una caduta rovinosa. Siamo ancora purtroppo un'azienda che vuole propinare polpette di carne quando la gente vuole mangiare gelato (libera citazione da Seth Godin). Ma il fatto che noi continuiamo ad insistere con le polpette, non impedisce agli altri di andare altrove a trovarsi un buon gelato!!

Entrare con cautela in un mondo nuovo è più che dovuto, chiudere gli occhi davanti a tutto quello che succede intorno a noi è condannare la nostra attività!

 

2 Commenti

Lascia un commento