Ti ha chiamato questo numero 0683393109?

2 Comments

Mi sorprendo come ancora oggi alcune evidenti truffe possano trovare terreno fertile e ancor peggio persone disposte a dare del denaro in cambio di palesi false promesse! Eppure stamattina mi sono dovuta ricredere e ho scoperto l’ennesima fregatura che sarebbe potuta capitare ad un mio cliente.

Ma partiamo dall’inizio: qualche giorno fa una sedicente centralinista contatta il mio cliente, titolare di un agriturismo, spacciandosi niente po’ po’ di meno per Google proponendogli l’affare del secolo, infatti per sole € 200,00 da pagare una tantum, Google in persona avrebbe posizionato il mio cliente con tutte le keywords da lui desiderate non solo nelle prime pagine di Google ma anche tra i primi risultati di Google Maps.

Il mio cliente perplesso mi contatta per mettermi al corrente della situazione, subito lo avviso che si tratta di una evidente truffa tuttavia, nonostante anche lui abbia intuito che c’è qualcosa che non va nella proposta, è irrimediabilmente attratto dalla possibilità di essere nelle prime posizioni di Google con qualsivoglia keywords compresi i risultati di Google Maps e questo per sempre (ecco su cosa fanno leva questi sciacalli dell’ultimo minuto!). La falsa operatrice Google intuendo la debolezza del mio cliente comincia a tartassarlo di telefonate, finché quest’ultimo disperato non decide di dare il mio numero di telefono.

Così stamattina vengo contattata, la centralinista fa una tirata iniziale in cui mi spiega che sto parlando con Google Italia, che per sole 200 euro mi creerà una scheda nelle mappe di Google (anche quelle nuove della più recente mappatura!) e farà comparire l’agriturismo nelle prime posizioni sia dei risultati organici che delle mappe. All’inizio la lascio parlare e poi comincio a rispondere punto per punto a tutte le stupidaggini che ha cercato di propinarmi, le ribadisco dunque che:

  1. La scheda Google Maps è gratuita;
  2. Google NON vende posizionamenti e che l’unico servizio a pagamento è Google Adwords;
  3. Che chi mi sta chiamando non è assolutamente Google e si tratta di una truffa.

truffe e impostori di Google
A questo punto mi aspetto che la centralinista, consapevole di essere stata “scoperta”, decida per una decorosa ritirata e invece colpo di scena, incomincia ad alterarsi, ad alzare la voce e a cercare di difendere la sua tesi con le unghie e con i denti, spiegandomi innanzitutto che mi sbaglio, che Google ha la sua sede centrale in Irlanda (cerca di impressionarmi mostrandomi che conosce bene l’azienda snocciolando un paio di informazioni su Google che conosce anche mia mamma!!) ma anche sedi territoriali dislocate sul territorio, ed è proprio da una di queste che mi sta contattando, anzi per essere precisi dalla sede principale. Inoltre mi ribadisce che le mie fonti sono inattendibili e che quanto mi ha detto è vero e la prova lampante è che il suo responsabile ha potuto parlare con il mio cliente direttamente (questo poi come possa avvalorare la sua tesi è tutto da capire!).

Comunque il nostro battibecco è durato parecchio, la ragazza al centralino non ha mai mostrato debolezza o segni di cedimento, anzi mi ha fatto presente che se continuavo a parlare di truffa avrei potuto essere denunciata per diffamazione e dopo aver contrattaccato ripetendomi in continuazione quali fossero le “mie fonti” (come se non stessi dicendo cose ovvie, conosciute e dimostrabili) per affermare quanto dicevo ha cercato di convincermi dicendomi che avrebbe potuto mandarmi la proposta commerciale via mail e che il suo indirizzo mail sarebbe stata la prova decisiva che si trattava di Google, altrimenti, mi ha precisato: “a cosa servono gli indirizzi mail?”.

Ma l’apice del suo discorso vaneggiante è stato quando, cercando di mettermi in difficoltà mi ha chiesto:

“Ma se non è Google chi, secondo lei, mette i siti web tra i primi risultati delle pagine?”.

truffe e impostori di Google
Non potevo credere alle mie orecchie, dopo oltre 10 anni di attività SEO sentirmi porre questa assurda domanda mi ha fatto ben capire che non c’era alcuna speranza di instaurare un vero confronto, che quella povera ragazza non aveva la più pallida idea di che cosa stesse dicendo, era dunque tutto fiato sprecato.
Stanca dello sproloquio della ragazza che non dava cenni di finire, mi sono vista costretta a riagganciare (so che è molto maleducato ma era già la terza volta che cercavo di congedarla senza successo).

Concludo dicendo che se vi dovesse contattare questo numero

06 83393109

state molto attenti perché non si tratta di Google ne di nessun’altra azienda seria ma di un call center senza scrupoli che sta cercando di vendervi una fregatura in piena regola, se non credete a me credete a Google, inserite quel numero nel campo di ricerca e scoprite cosa ne pensano altri utenti come voi!

Se anche tu hai rischiato di essere vittima di una truffa online come questa raccontaci la tua storia, sarà utile a tutti per evitare altre fregature!

2 Commenti

  1. Complimenti davvero per l’articolo, è una truffa non nuova questa della telefonata da GOOGLE ITALIA. Per fortuna spesso nelle aziende ci sono persone che si occupano di web e social e riescono a non cadere in queste trappole. Mi dispiace solo per quelle aziende che per colpe non loro sono cadute in queste truffe. A me è capitato sia da dipendente che da titolare.

  2. Guarda caso proprio di recente un mio cliente, titolare proprio di un agriturismo, chiacchierando mi dice la stessa cosa, contattato da Google per chissà quale proposta allettante “riguardo i risultati di ricerca”, non aveva ben capito di cosa gli stessero parlando… Fortuna che far sganciare soldi a lui per cose che non può tenere in mano è un’impresa ardua…. già tanto che si è fatto quasi regalare il sito web, al che non ho indagato ulteriormente con la raccomandazione di avvisarmi sempre prima di accettare offerte di sorta.

Lascia un commento