State per buttarvi online? Ecco cosa evitare

0 Comments

Quando già molti hanno intuito le potenzialità di questo mercato digitale ed hanno imparato a conformarsi in modo innovativo per rispondere alle nuove esigenze del consumatore, in alcune parti del mondo e dell'Italia ancora non si sono capite alcune regole semplici e basilari per cui fare un sito web efficace.

Innanzitutto ci sono situazioni in cui lo sviluppo di un sito crea solo complicazioni e ostacoli all'azienda: sto parlando di tutte quelle realtà rimaste tecnologicamente arretrate per cui non solo non si utilizza la mail per comunicare ma se si possiede un computer lo si usa esclusivamente come appoggia peluches. In questi casi, è importante evitare di seguire la massa e spendere soldi inutilmente creando un sito che non sarà mai utilizzato, visto e sfruttato.

Per tutti coloro che avessero invece intenzione di aprire il 2011 con l'importante novità di farsi sviluppare un sito web, mi sento di dare qualche consiglio che per quanto per la maggior parte delle persone possano sembrare delle ovvietà, ancora mi soprendo a vedere in giro nel web tali errori grossolani: 

  1. La mail deve essere in linea con il dominio. Evitate di pubblicare le mail di virgilio, tin, alice, hotmail… Utilizzate l'estensione del vostro dominio per creare email ad hoc. Potete certamente usare altri gestori per le vostre caselle e-mail private ma non per il vostro sito aziendale.
  2. Dedicate particolare attenzione alla creazione della mappa del sito per verifcare che tutte le informazioni siano facilmente raggiungibili dall'utente e personalizzate il più possibile le vostre voci di menu così da distinguervi dalla massa di menu anonimi con voci tutte uguali: "chi siamo, servizi, contatti, ecc…"
  3. Curate i contenuti lasciando stare frasi fatte e impersonali come: "azienda giovane e dinamica…con professionisti impegnati a trovare la miglior soluzione….unione di tradizione ed innovazione tecnologica…"
  4.  Apritevi al web compartecipativo e all'evoluzione dei motori di ricerca sempre più portati alla Real Time Search e alla ricerca di contenuti "freschi". Quindi innanzitutto prevedete spazi facilmente aggiornabili dove inserire le ultime novità o addirittura predisponete un blog o un forum. Ma attenzione questi strumenti sono solitamente a doppio taglio infatti se trascurati hanno un effetto deleterio sull'immagine aziendale. Infine, inserite un'interazione con i principali social networks all'interno del vostro sito (per esempio il pulsante Mi Piace di Facebook) e siate pronti ad un dialogo continuo con i vostri clienti.
  5. Avere un sito web è una responsabilità verso i vostri utenti/clienti/lettori, non sottovalutate il potere di questo strumento che se perfettamente integrato nella vostra strategia di marketing e nei vostri meccanismi aziendali può dare grandi soddisfazioni e portare molti frutti. Non fate l'errore più diffuso e grossolano di pensare che il sito web sia solo un affare dello sviluppatore e che non c'entri nulla con l'organizzazione della vostra attività altrimenti rischiate di far fallire il vostro progetto ancora prima di averlo fatto partire.

 

 

Lascia un commento