Progetta la tua campagna di email marketing con la massima efficacia limitando il problema dello spam

0 Comments

Se per la prima volta stai iniziando una campagna di email marketing, ti ritroverai inevitabilmente davanti a un problema di gestione di grandi numeri mai affrontato prima. Infatti, a differenza delle email tradizionali che comportano l’invio a un singolo o al massimo ad un numero limitato di individui, l’email marketing comporta l’invio di un messaggio a molte persone – decine, centinaia o addirittura migliaia. Inoltre i destinatari sono spesso sconosciuti e bisogna quindi ottenere la loro fiducia, il che significa che i tuoi lettori devono capire a prima vista perché continuare a leggere la tua newsletter e tu devi spiegargli nel migliore dei modi perché la stanno ricevendo e in che modo possono recedere dal servizio.

Programmare una campagna d’invio “massive email” non è così semplice come sembra, basta fare un passaggio sbagliato per ritrovarsi ad essere classificati come spammer. Tuttavia per provare a fare una campagna efficace si può facilmente creare un “piano di marketing e-mail” adeguato con delle regole da seguire che non richiedono molto tempo.

Pubblico targetDefinisci il tuo pubblico

Prima di iniziare a progettare, scrivere e inviare campagne, devi definire il target di pubblico al quale ti vuoi rivolgere. Una volta fatto questo potrai facilmente decidere come e cosa dire per far presa su di loro e fare in modo che le tue e-mail vengano lette.

Se hai già abbonati nella tua lista, puoi studiarli caso dopo caso per cercare di identificare i loro gusti e i loro interessi. Se non hai ancora abbonati, pensa di essere tu al posto del tuo pubblico di destinazione. In che modo vorresti trovare interessanti queste e-mail?

Se ad esempio sei un autore o un blogger, i tuoi abbonati alla newsletter saranno interessati al contenuto scritto. Se invece sei un rivenditore, gli abbonati vogliono sapere quali sono i nuovi prodotti o come possono meglio utilizzare quello che hanno già acquistato da te.

Comincia quindi a compilare una lista dei destinatari dove devi prestare attenzione a non inserire indirizzi errati, ripetuti più volte o non più attivi.

Determina il contenuto

Ora che sai con chi stai parlando, è il momento di pensare a quello che hai intenzione di dire. Ricorda, “quello che dici” è il tuo contenuto e il tuo biglietto da visita verso l’esterno. Pensa innanzitutto al motivo per cui questo pubblico debba accettare di ricevere le tue e-mail e concentrati su questo rendendo il testo più accattivante e ricco di informazioni utili possibili. Presta attenzione all’oggetto del messaggio e al corpo, entrambi sono analizzati dai filtri antispam e il rischio di finire nella posta indesiderata è dietro l’angolo.Newsletter

Ecco cosa un buon oggetto del messaggio deve e non deve contenere:

  1. Non usare caratteri in maiuscolo, come già saprai il maiuscolo sul web significa urlare
  2. Non usare punti esclamativi o interrogativi ripetuti
  3. Non usare assolutamente un oggetto vuoto
  4. Non iniziare un oggetto con una cifra espressa in euro o dollari
  5. Non iniziare un oggetto con la scritte come gratis, free o peggio ancora con ciao e saluti vari
  6. Non iniziare un oggetto con l’username del destinatario ossia con quella parte che, in un indirizzo e-mail, precede la chiocciola. Il destinatario potrebbe percepirlo come un’invasione della sua sfera privata
  7. Non esagerare con gli spazi bianchi tra una parola e l’altra
  8. Evita la parola “list”, “news” o “review”
  9. Evita l’uso di date

Cosa e come scrivere il corpo del messaggio

Non ci sono dubbi, il corpo del messaggio è tutto. Se spieghi bene cosa vuoi offrire al tuo pubblico questo ti ricompenserà, accogliendo e partecipando alle tue iniziative.
Il punto di partenza per fare breccia suoi tuoi lettori è trattarli come se fossero dei VIP. Del resto ricorda che ti hanno dato il permesso di utilizzare le loro caselle e quindi devono essere trattati nel migliore dei modi. Dai loro sempre delle informazioni utili, magari talvolta differenziandole in base ai loro interessi e rendili felici. Una buona campagna di email marketing è basata sulla felicità dei lettori, più questi amano leggere i tuoi contenuti più la tua campagna avrà successo e per farlo bisogna utilizzare un linguaggio semplice ed asciutto cercando si essere il più breve e conciso possibile.

Ecco alcuni consigli e accorgimenti utili:

  1. Utilizza immagini con dimensione di 560 pixel
  2. Non fare il copia-incolla da word ma scrivi il messaggio a mano ex novo (con il copia- incolla si incorporano moltissimi tag nascosti di word che il server può mal interpretare)
  3. Evita l’uso di simboli speciali come < > & €, oltre a simboli speciali come i tre punti di sospensione di Word
  4. Non inviare email fatte di sole immagini. Oltre a non essere visualizzate da alcuni utenti, i filtri anti-spam non sono in grado di leggerle e pertanto pensando che la vostra mail sia vuota la marcheranno come inutile, quindi spam
  5. La quantità di immagini deve essere proporzionale alla quantità di testo scritto
  6. Le immagini devono essere nel formato jpg o gif
  7. Evita, come per l’oggetto, troppe parole scritte in maiuscolo o punti esclamativi
  8. Inserisci il link per l’iscrizione e quello per la cancellazione in modo ben visibile

Determina la frequenza e gli obiettivi di invio

Non c’è una regola ben precisa da seguire a proposito. In pratica dipende da te decidere cosa funziona meglio per te e i tuoi abbonati. Ti consigliamo comunque di inviare una e-mail almeno una volta al mese, ma non percepirlo come un impegno improrogabile se non sai cosa dire sentiti libero di saltare un mese ma evita di saltarne un paio di fila. I lettori potrebbero dimenticare di aver accettato le tue newsletter e cancellarsi infastiditi quando ricominci ad inviare nuove email. Per evitare questo è importante fare un programma regolare da seguire soprattutto nei periodi di feste comandate quando il tuo tempo e quello dei lettori è molto ridotto.

Calendario invio newsletter

Il tuo programma di email marketing dipenderà dal tipo di azienda, dal tipo di contenuto, dalla frequenza di invio e così via. Preso questo in considerazione, ecco un esempio di come potresti pianificare le tue campagne:

Giorno 1: annota argomenti per il contenuto, butta giù idee e basi per la tua prossima newsletter.

Giorno 2: Scrivi ciò che vuoi dire su ogni argomento, trova foto adeguate e salvale in una cartella.

Giorno 3: Crea la tua campagna. Correggi eventuali errori grammaticali. Invia alcune campagne di test per assicurarti che tutto sia giusto.

Giorno 4: invia la tua campagna.

Invia le email utilizzando piattaforme professionali

Anche se le caselle di posta elettronica più diffuse possono essere utilizzate per inviare massive email hanno molti limiti. Innanzitutto hanno un numero limitato di utenti multipli e secondariamente spesso possono mancare la consegna a causa di errori interni come ad esempio il superamento dei Mb consentiti per ciascun messaggio.

Per risolvere il problema esistono delle piattaforme professionali progettate per l’invio multiplo di email che funzionano come provider internet e garantiscono il corretto recapito della posta offrendo anche report statistici e un supporto dedicato per risolvere eventuali problemi. Tra le piattaforme più utili e comuni c’è MDirector, che offre molti servizi utili a migliorare l’efficacia delle tue campagne di Email Marketing.

Fonte: MDirector – piattaforma email marketing invio massivo