Guida all’SMS marketing, pro e contro

0 Comments

Internet offre una serie infinita di strategie o strumenti per veicolare il proprio brand e i propri servizi. C’è solo l’imbarazzo della scelta!
Oggi voglio parlare di un sistema molto efficace anche se un po’ dimenticato: sto parlando dell’sms marketing.
L’SMS marketing è una soluzione molto performante per inviare messaggi pubblicitari ai potenziali clienti, tuttavia va usato con criterio altrimenti può rivelarsi un’arma a doppio taglio.
In questa guida scopriremo quali sono i pro e contro dell’SMS marketing e analizzeremo le soluzioni migliori per utilizzare questa tecnica nel modo migliore.

Pro e contro dell’SMS marketing

L’SMS marketing è una tecnica di pubblicità digitale relativamente nuova in quanto a differenza del email marketing, si sta sviluppando solo negli ultimi anni.
Si tratta sicuramente di uno strumento molto efficace per arrivare ai propri utenti e clienti, in quanto gli SMS pubblicitari sono meno diffusi rispetto alle email per le quali assistiamo addirittura la fenomeno dello spam che appunto decreta una buso delle stesse.
Quindi mentre le email pubblicitarie restano spesso inosservate o addirittura vengono direttamente cestinate dagli utenti stufi di riceverne a decine quotidianamente, gli sms hanno una probabilità notevolmente superiore di essere letti e quindi presi in considerazione dall’utente.
In particolare gli SMS pubblicitari hanno circa il 90% di possibilità di essere aperti e di conseguenza letti nel primo quarto d’ora dall’invio, di contro le email hanno solo il 40% di possibilità di essere lette mentre il 60% delle stesse viene cancellato a prima vista o finisce nello spam.
Non solo, infatti ben il 45% degli utenti che leggono gli SMS pubblicitari decidono di cliccare sui link che portano alla pagina sponsorizzata, mentre nell’email marketing questa percentuale si riduce soltanto al 3%.
sms-marketing2servizi di SMS marketing hanno un costo molto ridotto, sono immediati e facili da usare grazie alle piattaforme intuitive che permettono di inviare con un solo click SMS a migliaia di utenti che possono essere gestiti in rubrica e catalogati in gruppi.
Non è però tutto così semplice, infatti solo il 9% degli utenti preferisce essere contattato tramite SMS contro il 25% che invece gradisce il contatto tramite email.
Questo fa comprendere che gli utenti sono maggiormente orientati alla ricezione di campagne pubblicitarie tramite email marketing, a dimostrazione che questo tipo di strategia pubblicitaria è più usuale e quindi l’utente è abituato a riceverla tollerandola maggiormente.
C’è anche da considerare che il numero di cellulare è considerato più personale rispetto alla casella email che generalmente viene fornita con maggiore facilità alle aziende.

Ricapitolando,
PRO dell’SMS marketing:

  • maggiore percentuale di apertura dei messaggi pubblicitari;
  • maggiore percentuale di conversione sul link sponsorizzato;
  • costo ridotto e alto ritorno di capitale.

CONTRO dell’SMS marketing:

  • gli utenti non gradiscono ricevere molti SMS pubblicitari.

Come gestire una campagna di SMS marketing

Considerati quelli che sono i pro e i contro dell’SMS marketing possiamo usufruire di questo potente strumento con maggiore consapevolezza, sapendo che un uso improprio dello stesso può essere deleterio, mentre una campagna pubblicitaria tramite SMS basata su un uso mirato e oculato degli stessi può portare ad enormi benefici.
La prima regola da rispettare nell’SMS marketing possiamo racchiuderla nella frase “meno è più” ovvero non bisogna guardare alla pubblicità tramite SMS come un mezzo per inviare grandi quantità di messaggi, perché tale scelta porterebbe solo ad un cattivo ritorno di immagine.
Per ottenere i migliori risultati dall’SMS marketing bisogna puntare sulla qualità del messaggio e non sulla quantità. Sapendo che il 90% delle persone a cui invieremo gli SMS li leggeranno, non potremo perdere questa occasione per inviare un messaggio poco efficace, perché rischieremo di trovare il nostro contatto nella lista nera dello smartphone.
Per produrre un SMS pubblicitario di qualità bisogna prima di tutto targettizzare i contatti, magari dividendoli in gruppi tramite il pannello di controllo del servizio di SMS marketing.
Se si possiede una clientela eterogenea, è bene catalogarla per età, sesso, interessi, al fine di inviare promozioni e offerte mirate al quel preciso target a cui potrebbe far gola il prodotto o servizio che si sta spingendo.
Oltre alla targettizzazione degli utenti è essenziale individuare anche il contenuto giusto da inviare tramite SMS.
I messaggi generici è meglio inviarli tramite email, ma le promozioni, i codici sconto o comunque i prodotti/servizi su cui si punta sono sicuramente da inserire negli SMS.
Anche il modo di scrivere gli SMS deve essere accattivante e conciso. No agli SMS lunghi che risultano dispersivi e rischiano di essere noiosi.
Meglio un paio di righi scritti bene che un “poema” ricco di particolari che però non si addicono alla natura stessa degli SMS che devono appunto essere “short”.

call-to-action
Quindi anche per la lunghezza dell’SMS pubblicitario la regola “meno è più” è assolutamente valida.
Un aspetto molto importante è quello della “call to action” ovvero un invito all’azione che nel caso degli SMS promozionali è solitamente quella di cliccare sul link che porta alla pagina web o al social sul quale sono postati i contenuti riguardanti il prodotto o l’evento che intendiamo promuovere.
Questo invito deve essere palese e deve concretizzarsi con frasi come: “clicca sul link”, “visita il nostro ecommerce” ecc.
Esattamente come avviene sul web, anche negli SMS le persone vogliono essere guidate, e l’inserimento di una “call to action” a conclusione di una frase ad effetto, incrementerà sicuramente le conversioni.

L’SMS giusto al momento giusto

Nei paragrafi precedenti abbiamo visto come inviare l’SMS “giusto” ovvero quali sono i criteri per scrivere un messaggio efficace, tuttavia per ottenere risultati migliori sono importanti anche le tempistiche e gli orari.
Infatti per fare in modo che le probabilità di lettura e soprattutto di conversione siano maggiori è bene inviare gli SMS negli orari in cui il pubblico è maggiormente ricettivo.
Inviare un messaggio in tarda serata può essere troppo invasivo, inviarlo a metà mattinata potrebbe coincidere con l’orario lavorativo o con quello dei corsi universitari.
Premettendo che non esiste un orario univoco che garantisca la ricettività degli utenti, è bene badare questo aspetto soprattutto analizzando il target di riferimento.
Un lavoratore dipendente o uno studente universitario avrà sicuramente degli orari e delle abitudini diverse da un pensionato o da un libero professionista, bene anche questo aspetto va considerato con molta cura quando si pianifica una campagna di SMS marketing.

Diego Gualdoni

 

Lascia un commento